fbpx

Meteo in Ambuweb

Come gestire il proprio lavoro in base alle condizioni meteo.

IL METEO ?? Eh! Si!

 

Ambuweb è anche questo.

Se cerchi direttamente la lista dei siti meteo sono in fondo a questa pagina, altrimenti continua …

 


 

 

 

Paura della pioggia o del forte vento?

Scopri come nascono e come riconoscerli.

Impara a riconoscere il meteo nelle diverse situazione.

Ti sei mai chiesto come si formano i chicchi di grandine?
Come si forma la pioggia? 

Conosci le diverse direzione dei venti.

Se ti stai chiedendo il perché di una guida sulla meteorologia è semplice.

 

Questa è una generazione on the road 

 

 

Iniziamo!!

Benvenuto in questa guida diversa dalle altre.

 

 

Il metodo Ambuweb, oltre ad offrire moderne soluzioni, si dedica a capire meglio quelle di sempre.

 

Gli aspetti del punto vendita reale vengono prima di tutto.

 


Una delle maggiori problematiche quotidiane è la gestione del meteo.

 

Mettendoci in difficoltà nel valutare ogni giorno.

 

 

Oltre, i soliti programmi sul nostro telefonino sarà buon senso conoscerne le basi reali.

 

Quante volte ti sarà capitato di non poter lavorare per delle cattive condizioni meteo.

 

O quante volte ti saraiItal pentito di qualche sbagliata valutazione.

 

In Italia, per nostra fortuna il clima è temperato.
Permettendo in questo lavoro un alta frequenza d’esercizio.

 

Ultimamente le cose stanno cambiando però.
Come fare allora per evitare di rovinarsi una giornata lavorativa.

 

Qui, raccolgo le maggiori informazioni per una guida semplice e comprensibile.

 

 

Sono ricerche che, aggiunte alle moderne previsioni online (sotto i link diretti ) ti permetteranno il controllo per gli aspetti meteo.

ABC del meteo

Argomenti scolastici che,  prima non riconoscevamo come interessanti, ora sono parte integrante di una gestione lavorativa.

 

Semplici argomenti di scienza e geografia.

Prima di iniziare lascia che ti racconti una cosa…

 

Avevo 16 anni.

Mio padre era in convalescenza per una operazione alla Cataratta (un processo di regressione della vista).

Era da un pò che lavoravo on the road.

Come appunto racconto spesso, cominciai presto.

 

Decidi di uscire direttamente io assieme al collaboratore di mio padre di quel periodo.

 

Un ragazzo molto più grande di me.

Lui aveva la patente, io no.

Era Luglio.

 

Lo ricordo come fosse oggi.

Uno splendido Sabato, una giornata fantastica sotto diversi aspetti.
Una di quelle … da sentirti fortunato nel fare questo lavoro.

Libertà, aria aperta, contatto con il pubblico e buoni risultati.

Molte domande in quel periodo neanche esistevano.

Ad un tratto!

 

Notiamo in cielo cambiare: metà nero e metà limpido.

Ops!!

Che strana sensazione. 

Una perturbazione si avvicinava a colpo d’occhio sempre di più.

 

Passando velocemente da una splendida giornata di sole ad una tempesta tropicale.

(Ad oggi, posso dirti di averne viste tante ma, immagina un ragazzo di 16. Un capitale economico da proteggere, un dipendente apprendista più grande di me da guidare, insomma..  La mia inesperienza evidenziava tutte le difficoltà del momento).

 

 

 

Poi di colpo il vento.
La luce solare andò via (eppure erano le 14 🙄)

 

Un soffio d’aria fredda sotto la maglietta, 15 gradi in meno.

Oh Oh!!

Per fortuna, le nostre abilità ci permisero di chiudere tutto in tempi rapidi.

 

Stile EVAQUAZIONE militare 🙂

Ci fu buona coordinazione ma, ad un tratto.

Stop! 

Noi a fare da zavorra ai due ombrelli.

Gli stessi che fino a cinque minuti prima erano a proteggerci dal sole.

Com’è accaduto così di colpo?

L’acqua scorreva come un fiume in piena.

Ai bordi della strada si creavano onde di velocità.🏄‍♂️

Rumori di cedimento continuo degli ombrelli.

 

Feci in tempo a preservare il sudato incasso in una busta di plastica.

 

Ero completamente bagnato! Infreddolito e agitato dalla situazione.

 

Addirittura alcune auto erano sommerse dall’acqua.
Esagerato?

Ora ti spiego! 

Il luogo in questione era nei pressi del Foro Italico (Stadio Olimpico), Roma.

C’è una piazza, dove una volta si faceva mercato.

Eravamo appunto li!
In questa piazza sono molte le storie di allagamenti.

 

Alcune foto le puoi trovare nei locali di zona a ricordare esondazioni record dal fiume Tevere.

Quel giorno fu un vero “banco” di prova per me.

 

 

 

Da allora, molte ne ho vissute.
Affrontando al meglio e con la giusta esperienza, acquisendo nel tempo sempre maggior sicurezza.

Queste esperienze non si trovano nei libri di scuola.

 

Sono esperienze on the road.

 

Per questo Ambuweb cerca di condividere esperienze.

Sono un enorme valore per trasportare nelle moderne generazioni.

Attraverso questa guida imparerai l’ABC della meteorologia.

 

Da qui, saper riconoscere una condizione meteo avendo comunque un supporto della tecnologia.

Di seguito troverai i migliori siti meteo consigliati direttamente da me.
Ma prima voglio farti scoprire le basi che ogni venditore on the road dovrebbe conoscere.

 

L’ABC della meteorologia

 

 

Il nostro pianeta è perfetto.

 

Un giro completo in direzione verticale è di circa 12 mila km.

In orizzontale 40 km in più. Questo perché è una sfera schiacciata.

 

 

Molte volte dimentichiamo cose molte semplici e il loro fascino naturale.

Concentrandoci solo ai numeri e incassi da realizzare.

Cadendo nella presunzione, pretendendo sempre le migliori condizioni. 

La meteorologia è un equilibrio.

 

 

Siamo noi a rovinarlo nella maggior parte delle volte.

 

Ma come nascono i venti o le piogge?

Come si forma la grandine? I fulmini?

 

Ti ricordo inoltre, AMBUWEB è la piattaforma
dedicata alla formazione per gli
imprenditori tradizionali.

Mercato, sagre e fiere.

Le guide al suo interno sono modellate 
per l’esercizio on the road.

Google posiziona Ambuweb,

quindi, se sei un negozio o cerchi una
formazione avanzata, contattami
direttamente in Adattiva.net

 

Metti un MI PIACE,  ne sarei contento 🙂

 


Non troverai da nessuna altra parte una cosa del genere.
È modellato per gli imprenditori tradizionali.
Riscontrerai molte cose utilizzate in internet, infatti ne capirai immediatamente le potenzialità.
Ma chi sono per dirti questo.

Lascia che mi presenti, sono Ale. Faccio questo lavoro da 28 anni. 

Ho bellissimi ricordi nel gestire diversi punti vendita.

Vivendo momenti in cui pensavo non finissero mai. Eppure, eccomi qua.  Capisci cosa intendo vero?

Ma come sempre le belle cose finiscono.

Vamos!

Atmosfera

Cos’è?
È la bolla semitrasparente che vediamo nei comuni film dedicati allo spazio.
Possiamo definirlo un isolante. Protegge la terra dall’esterno.

 

L’atmosfera ha diversi livelli, differenti strati.

A noi interessa il primo. Dove viviamo e respiriamo.

All’interno di questi strati avvengono tutti i maggiori agenti atmosferici.

 

Il suo spessore è di 8 km ai poli fino a 20 km dell’equatore.

 

Perché cambia?

 

Per la temperatura, facendo cambiare la consistenza dell’aria.
All’interno di questa Troposfera, e cioè dove siamo noi, respiriamo una composizione fatta di:
 

78% Azoto inerte 

21% Ossigeno

1% altri Gas

 

La temperatura si abbassa di 6,5 gradi ogni 1000 metri in altezza.

Fino alla temperatura di – 56° gradi.

Altezza massima 20km.

 

In tutto questo, il sole “spara” all’interno il suo calore.

Generando movimento, dando vita a una vera azione ciclica in continua ripetizione.

Un ripetitivo percorso idrologico.

(Cioè?)

 

 

Il calore del sole riscalda l’acqua del mare trasformandola in vapore.

Questo sale creando le nuvole.

 

Dopo un pò, le nuvole non trattenendo più tutta l’acqua e lasciano cadere la pioggia.

Il 90% della pioggia ricade in mare.

Il restante 10% viene trasportato sulla terra ferma, perché il sole crea variazioni termiche generando continui spostamenti d’aria, i venti.

Il problema è quando arriva più del 10%.

 

Da qui il detto: è pericoloso quando viene da mare.

 

La grandine sono goccioline spinte verso l’alto entrando in temperature bassissime.
Poi, nuovamente vengono spinte giù a legarsi con altra acqua, per poi tornare su ancora.

Insomma, quando diventano pesanti cadono.

 

I chicchi bianchi significano aria all’interno. Congelamento immediato.

 

 

Trasparenti invece, hanno impiegato più tempo.

Una grandinata storica è avvenuta in Asia. Oltre 1 kg ad ogni chicco.

Un chiccone 💁‍♂️

⚡️Fulmini 

Cariche negative provenienti dalle nuvole e cariche positive dal suolo, divise dall’aria a fare da isolante.

Fino a cedere in questa forte attrazione di polarità.

Quando la carica diventa forte partono scariche. Cercando la strada tra l’aria come meglio credono.

 

 

Da qui le ramificazioni visibili a rallentatore.

Il suo calore è incredibile. 

La sua energia è maggiore di una centrale elettrica.
La neve invece, sono forme di cristalli d’acqua raffreddate, più di 3000 forme. 
Quando la neve è morbida è perché al suo interno c’è aria.

 

 

 

Venti

 

Sono un fenomeno costante alimentando la vita sulla terra.

Sono generati dal calore del sole. Sono variazioni di pressione.

Rosa dei venti

Cos’è? Perché in Ambuweb?
Ora lo scoprirai.

 

La Rosa dei venti è la rappresentazione pratica della direzione di ogni singolo vento.

Gli antichi iniziarono a comprenderne le rotte di navigazione associando ad ogni direzione un nome.

 Un nome = un vento

Per quanto riguarda il mediterraneo scelsero Malta come punto centrale.
Oggi è Zante in Grecia.

 

Come funziona?

E quanto può diventare importante la loro conoscenza.
Grazie alla direzione di venti possiamo capire e valutarne la previsione giornaliera.

Come?

 

4 punti principali

Nord = Tramontana 

Proviene dai monti 
Vento freddo e umido 

Est = Levante 

Dove sorge il sole

Sud = Ostro

Vento umido e caldo

Ovest = Ponente 

Tramonta il sole. Vento fresco e piacevole

 

 

 

 

Ora!

Quando le perturbazioni provengono da queste direzioni, PIOVE sempre!

Invece 

 

Nord Est = Grecale ( nome = sta per Grecia)
Freddo e secco inverno e fresco d’estate.
Sud Est = Scirocco (nome = navi dalla Siria)
Caldo e secco

 

Sud Ovest = Libeccio (dalla Libia)
Brezza marina per intenderci
Nord Ovest = Maestrale
venti maestri 

 

(Da Roma maestra prima, Venezia successivamente). Solitamente porta miglioramenti

 

 

 

Ora!

 

I venti provenienti da questa direzione, e cioè a 45°gradi, sono considerati venti spazza nuvole.

Quindi, non piove!

Perché?

 

Questi venti spazzano via tutto.
Quando si creano forte perturbazioni o squilibri meteo è perché i venti provengono da varie direzioni.
Nord contro Sud.

Ma se questi venti diagonali nella rosa dei venti al 99% non piove.

 

Queste sono regole basi.

 

Come un vero antico navigatore dei mari:-)

Da qui, aiutarti con i link sottostanti.

I migliori siti meteo utilizzati in Italia.

Ho inserito personalmente versioni  dedicate al metodo.

 

Una sezione PRO

 

Sono piattaforme professionali direttamente inserite in questo sito!

Fanne buon uso!

 

PROFESSIONALE 

 

PRO+ AMBUWEB

PRO+ AMBU 2

PRO+ AMBU 3

 

METEO .IT

3B METEO

SKY

AREONAUTICA

ANSA.IT

METEOLIVE

VIA LATTEA

METEOGIORNALE

METEOBLU